# COME NASCE UN HASHTAG

In questo periodo sto collaborando con il Comune di Tavarnelle Val di Pesa in provincia di Firenze per un progetto di comunicazione e promozione online della destinazione. Tra le tante cose, seguo e affianco le addette allo IAT di Tavarnelle con l’intento di sviluppare insieme una migliore gestione dei canali online: dal sito web attualmente in costruzione, ai canali social in fase di avviamento. In un incontro di qualche giorno fa, si parlava di Twitter e delle modalità di engagement degli utenti e di promozione della destinazione ponendo l’accento su quanto questo social network differisce da Facebook. In quell’incontro si parlava della promozione degli eventi attraverso i social network e si delineavano tre fasi principali (pre-evento, svolgimento e post-evento), i comportamenti da assumere durante ogni fase e le azioni da eseguire per una corretta promozione.

Come nasce un hashtag

Twitter, come sappiamo, si avvale del sistema degli hashtag: parole precedute da un cancelletto (#) in quanto parole chiave di una frase che diventano link e rimandano ad una serie di tweet contrassegnati dallo stesso hashtag. Ad esempio: se clicco o faccio una ricerca per l’hashtag #Turismo vengo rimandato in una lista di tweet che trattano quell’argomento. Questo sistema, quindi, da un lato permette di fare ricerche mirate per un argomento, destinazione, fatto, azienda ecc. o ancora di seguire un evento in diretta pur non essendo materialmente presente; dall’altro scatena l’engagement delle persone presenti al nostro evento: utenti che inizieranno a twittare e quindi a riportare frasi e considerazioni su quello che stanno vivendo real time. Gli effetti che questa operazione/atteggiamento scatena in termini di promozione, comunicazione, pubblicizzazione, interazione, partecipazione, ecc. non sto qui ad elencarveli.

Ma veniamo al dunque: come viene ideato l’hashtag ufficiale per un evento?

Premettendo che spesso gli hashtag vengono autoprodotti dagli stessi utenti, fornire l’hashtag ufficiale del tuo evento significa poter coordinare, tracciare e monitorare ciò che viene detto da chi vi partecipa. Inoltre, si contrasta l’autoproduzione di un hashtag che potrebbe disorientare e creare confusione tra coloro che twittano e, infine, diffondendo un hashtag ufficiale sarà estremamente semplice seguire l’evento a distanza pur non partecipandovi.

Nella maggior parte dei casi, l’hashtag corrisponde al nome dell’evento o ad una sua abbreviazione ma nel caso di “A passeggio per il centro”, l’evento preso ad esempio che si svolge in estate ogni martedì a Tavarnelle, è sconsigliato creare un omonimo hashtag (#apasseggioperilcentro).

L’hashtag va ponderato e deve rispondere a tre principali caratteristiche: deve essere breve, semplice e intuibile e possibilmente deve poter sintetizzare da un lato le caratteristiche di un evento; dall’altro deve esserne l’interpretazione.

È un tutt’altro che semplice ma dopo una fase di brainstorming si è giunti alla definizione del giusto hastag per l’evento A passeggio per il centro.

Innanzi tutto è stato necessario capire qual è la principale caratteristica di quest’evento: residenti e turisti ogni martedì si riuniscono in centro portando con se carne (principalmente bistecche) da cuocere in piazza con le attrezzature messe a disposizione.

Prima ipotesi di hashtag: #bisteccata.

Ma la situazione si ribalta alla mia domanda: “Le persone del posto, voi che siete di Tavarnelle, come chiamate questo evento diventato ormai una tradizione?” Risposta: “Beh diciamo… oggi è martedì, lo chiamiamo il martedì…”. A questo punto, non è difficile capire l’hashtag migliore e giusto per questo evento. Breve, semplice e intuibile e anche se non sintetizza le caratteristiche dell’evento, interpreta il sentimento della popolazione locale. L’hashtag ufficiale non può che essere #ilmartedì, associato al più generico #Tavarnelle certamente autogenerato dagli utenti stessi.

Ora mi chiedo perché questa ricorrenza l’hanno chiamata A passeggio per il centro.

Puoi ricevere automaticamente i miei post iscrivendoti in alto a destra! Intanto, condividi e commenta questo!😉

Pasquale Stroia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...