Coca Cola, Italia e altri fatti della #Bit2013

Brand Italia

Il tweet parla da sé. E ancora:

Ricerca per made in italy

Il brand Italia, insomma, su google va fortissimo, secondo solo alla Coca Cola. Così almeno ci racconta Carlo d’Asaro Biondo (President Google SEEMEA), alla Bit, durante la Presentazione del Piano strategico per lo sviluppo turistico “Italia 2020”. Così come anche “made in Italy”, confrontato con “made in France” e “made in Germany”, risulta essere la chiave di ricerca più diffusa su Google.

Confronto made in


Peccato, però, che l’offerta di siti web turistici (anche alberghi), sempre secondo Google, risulta essere molto bassa se confrontata con altri Paesi europei e non.

Lo sapevamo già, ma questi dati confermano il forte gap tra presenza di offerta e domanda online: cioè le persone cercano ma non sempre trovano.

Pensavo che sarebbe interessante indagare sui “danni” economici e di immagine che questo “Tourism web gap” ha provocato in questi anni all’Italia e continua a farlo. Ovvero, quanto hanno perso i territori e i nostri operatori a causa della mancanza di una strategia di marketing digitale (nazionale e proprietaria)?
Le conseguenze di questo gap in che misura pesano sulla competitività della destinazione Italia?

P.S.: Qui lo storify dei miei tweet e RT più significativi relativi alla Bit 2013.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...