Le Relazioni: collante tra territori, persone e viaggiatori

In questi appuntamenti abbiamo imparato ad individuare con metodo le Specificità di un territorio e capito come aggiungere Valore per assicurarci un vantaggio competitivo ancora più forte. Abbiamo compreso la necessità di sviluppare un progetto declinato sulle differenti tipologie di viaggiatore esistenti e quali ambienti e canali attivare per stabilire contatti e interazioni, per ascoltare ed osservare, per diffondere e distribuire il nostro Valore.

Concentriamoci, adesso, su come mantenere le relazioni con i viaggiatori che si attivano grazie agli sforzi di comunicazione e promozione delle Specificità di un territorio. Ogni contatto generato, può trasformarsi in visite, in prenotazioni, in relazioni dirette e indirette, in passaparola, in ritorno e non va tralasciato, ma studiato e curato.

Relazioni con i Viaggiatori, Destination Development Canvas

Coltivare e monitorare le relazioni instaurate tra una destinazione e i viaggiatori durante tutte le fasi del ciclo di esperienza (pre-experience, in-experience, post-experience), può aiutarci a comprendere comportamenti, bisogni, esigenze, interessi e soddisfazione dei pubblici coinvolti e a gestire il ricordo che questi custodiscono al rientro della vacanza.

Maggiori saranno le relazioni, maggiore sarà la qualità dell’esperienza offerta, maggiori saranno i feedback, maggiore sarà la fidelizzazione, maggiore sarà il ricordo, maggiori saranno le influenze (positive e/o  negative) sulle persone che in futuro entreranno in contatto con il territorio.

Le relazioni influenzano le scelte; il ricordo coadiuva la fidelizzazione.

Sei principali concetti da considerare a sostegno della stimolazione e del mantenimento di una relazione: la coerenza, la partecipazione, l’appartenenza, il dono, lo scambio e il ricordo.

Il dono e lo scambio, ad esempio, sono ottimi strumenti relazionali che favoriscono il ricordo di un’esperienza quando è strettamente legato al contesto territoriale, ad un evento specifico.
Per fare un altro esempio, un contenuto digitale non studiato per il pubblico al quale viene sottoposto (non coerente), potrebbe inesorabilmente abbassare l’interesse verso un sistema territoriale che nel tempo potrebbe tramutarsi nell’interruzione di una relazione (es.: disiscrizione dalla newsletter).

Domande da porsi:

A quali tipologie di relazione sono maggiormente sensibili i pubblici individuati e i visitatori attuali?
Che tipo di relazione vogliamo stabilire?
Adottiamo differenti tipologie di approccio relazionale a seconda della fase del ciclo di esperienza?
In che modo vogliamo stimolare e suscitare i ricordi in chi ci ha fatto visita?
Come fidelizziamo i nostri viaggiatori?

Questo e gli altri approfondimenti possono aiutarti nella compilazione del Canvas. Facci sapere come sta andando!😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...