Categoria Accoglienza

La forza dei piccoli

Non può esserci turismo senza ricettività. L’avrò letto qualche decina di volte in molti manuali. Ma quanto ha ancora senso questa affermazione? Probabilmente il concetto è valido, ma va contestualizzato. In territori a forte interesse storico, artistico e culturale, quindi a forte vocazione turistica, il problema non si pone. I turisti arrivano da secoli e […]

Furbizia nutrita da ignoranza

Quando mi trovo di fronte a pratiche come quella rappresentata nella foto, mi rendo conto di quanto gli operatori della filiera turistica siano a digiuno di buon senso e accoglienza nei confronti delle persone clienti e potenziali tali, ignorando del tutto le conseguenze che un gesto simile può scaturire. Entro in un bar di un […]

Vi racconto un po’ dell’Assise dell’Ospitalità Italiana

“L’accoglienza è il maggior punto di forza del nostro Paese e spesso vale più della promozione e del marketing. Noi siamo leader nell’accoglienza.” È così che Giancarlo Dall’Ara avvia i lavori della Terza Assise dell’Ospitalità Italiana. La nostra è un’accoglienza “calda e relazionale” che rende più di qualsiasi fiera o campagna pubblicitaria. Ma mancano regole […]

VALORIZZARE UN TERRITORIO: DA DOVE INIZIO?

Questo è l’interrogativo posto durante una lezione autogestita all’università approfittando dell’assenza di un docente. (Si, siamo arrivati anche a farci lezione da soli). È una domanda alla quale tenterò di rispondere in questo post sulla base delle esperienze personali e secondo quanto detto in quell’occasione. Il destination management interessa tutte quelle attività volte all’elaborazione e […]

L’Italia controversa: per sviluppare turismo si parte dalla chiusura degli IAT

La crisi del turismo mondiale del 2009 ha avuto ripercussioni differenti nei vari Paesi europei. I viaggi per vacanza degli italiani sono diminuiti del 17% rispetto al 2010 ma l’ammanco di presenze complessive in Italia è stato minore che altrove anche grazie agli stranieri che hanno colmato il vuoto dei turisti interni. Purtroppo (o fortunatamente) […]